Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Nevicate modeste sugli Appennini, disagi enormi per gli abitanti; quali potenziamenti dei servizi promessi nel 2015 sono stati realmente realizzati?

Numero: 5622
Soggetto: Assemblea

Per sapere, premesso che: - 

nella giornata di lunedì 13 novembre è stata sufficiente una nevicata, peraltro di modesta entità e preannunciata dai bollettini metereologici diffusi dalla protezione civile regionale, per mandare in tilt mezza regione; 

in pianura otto centimetri di neve hanno mandato in tilt la città Bologna, creato pesanti disagi in A14 e portato alla cancellazione di vari voli all'aeroporto Marconi; 

in appennino la caduta di 60centimetri di neve ha comportato che decine di migliaia di famiglie, in alcuni casi anche per due giorni, siano rimaste prive di acqua, gas, collegamenti stradali e telefonici, ma soprattutto di fornitura elettrica; 

i disagi, in appennino, hanno colpito praticamente tutte le province, ma se la situazione di emergenza sembra essere ormai rientrata in gran parte della Regione, nella serata di mercoledì 15 novembre risultavano ancora prive di energia elettrica 3.000 famiglie dell'appennino bolognese; 

una cinquantina di Sindaci della nostra regione sarebbe in procinto di presentare un esposto alla Procura della Repubblica in ordine all'operato di ENEL; 

in data 16 febbraio 2015 si era tenuta l'audizione in sede di III Commissione dei rappresentanti di TERNA, ENEL, IREN ed HERA in merito alla gestione dell'emergenza connessa alle eccezionali nevicate che avevano colpito il territorio regionale il 5 e 6 febbraio 2015; 

in quella sede, presentando l'eccezionalità (allora sì) dell'evento nevoso, era comunque stato chiarito dai gestori che sarebbero stati messi in atto tutta una serie di accorgimenti, fra i quali il controllo della vegetazione in prossimità di linee e cabine elettriche, ma soprattutto la realizzazione di connessioni a maglia per evitare che l'eventuale guasto in una cabina o la caduta di una singola linea comportasse il ripetersi dell'interruzione della fornitura elettrica; 

quali verifiche abbia disposto la Giunta regionale in ordine al fatto che gli impegni assunti dai gestori venissero poi nella realtà rispettati; 

stante l'inevitabile ripetersi di precipitazioni nevosi, soprattutto con l'approssimarsi dell'inverno, quali interventi abbia in animo di attuare la Giunta per scongiurare il ripetersi di dette situazioni; 

se la Regione intenda sollecitare Terna ed ENEL ad una tempestiva verifica delle linee e delle cabine elettriche, soprattutto in territorio montano, al fine di individuare eventuali interventi urgenti da attuare (soprattutto per quanto riguarda l'abbattimento di rami o alberi) per scongiurare il ripetersi dei disservizi già verificatisi nei giorni scorsi.

Tommaso Foti


16/11/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl